La biodiversità

Secondo la Convenzione internazionale sulla Diversità Biologica del 1992, la biodiversità è la varietà tra gli organismi viventi di ogni origine, compresi, tra gli altri, gli ecosistemi terrestri, marini e gli altri ecosistemi acquatici, e i complessi ecologici di cui fanno parte.

La biodiversità comprende la diversità di ciascuna specie, tra le specie e degli ecosistemi.

La biodiversità è il risultato di tre miliardi di anni di evoluzione biologica naturale a cui si aggiunge la selezione operata dall′uomo su piante e animali in 12 mila anni, con l′agricoltura. Attraverso la selezione gli agricoltori hanno adattato piante e animali selvatici alle diverse condizioni ambientali per avere cibo, vestiti e medicine.

Tre livelli di biodiversità

  • La biodiversità genetica: è la diversità rilevabile in ciascun individuo appartenente a una stessa specie dovuta alle differenze nel patrimonio genetico.
  • La biodiversità delle specie: è la varietà tra le diverse specie, intendendo come specie l′insieme degli organismi con caratteri simili, che si incrociano e riproducono fra loro.
  • La biodiversità degli ecosistemi: è la diversità all′interno di un ecosistema e tra ecosistemi diversi, intendendo per ecosistema un sistema formato dagli organismi vegetali e animali che popolano un dato luogo e dalle caratteristiche chimico-fisiche dell′ambiente.

Perché la biodiversità è importante

La diversità degli esseri viventi e degli ambienti è essenziale alla vita nel nostro pianeta, perché è la base sulla quale funzionano gli ecosistemi.

Un′alta varietà di organismi ha maggiori capacità di adattamento alle variazioni ambientali ed è garanzia di stabilità dell′intera biosfera.

"Servizi" vitali alla sopravvivenza, come l′aria che respiriamo, la qualità dell′acqua, la fertilità dei suoli, sono forniti dall′insieme di processi fisici, chimici e biologici e dalla rete di relazioni che lega tutti gli organismi viventi, noi compresi.

La biodiversità in pericolo

La riduzione della diversità biologica è dovuta soprattutto all′inquinamento e alla distruzione degli ambienti naturali.

Una causa importante è la diffusione di sistemi agricoli e allevamenti di tipo industriale che utilizzano vegetali e animali messi a punto per assicurare raccolti e rese superiori a quelli delle varietà tradizionali, che vengono quindi abbandonate.

La perdita della biodiversità compromette anche la diversità culturale delle società umane, poiché cancella le tradizioni e le usanze legate alle tecniche di produzione e di gestione di risorse che vanno scomparendo.

 

Pagine correlate

Percorso educativo

Laboratori didattici

 

Documentazione

Scarica il testo della Convenzione internazionale sulla Diversità Biologica (CDB), il trattato internazionale approvato dalla Conferenza delle Nazioni Unite su Ambiente e Sviluppo (Rio de Janeiro, giugno 1992) per tutelare la diversità biologica (pdf, 128 Kb)

Leggi l'articolo sulla biodiversità marina (doc, 38 Kb)

 

Siti per approfondire

L′Unione Europea e la Biodiversità

La Biodiversità in Italia (sito del Ministero dell′Ambiente)


Centro di educazione ambientale Laguna di Nora, Pula - Tel. 070.9209544 - Credits