La laguna di Nora

Un ecosistema prezioso e fragile

La laguna di Nora si trova nel territorio del comune di Pula, nella costa sud occidentale della Sardegna.

Si estende su una superficie di circa 55 ettari e comprende il ramificato sistema di canali e isolotti che caratterizzano la foce del suo torrente, il Rio Arrieras.

Lo specchio d'acqua principale è separato dal mare dalla penisola naturale di Fradis Minoris e da un lungo argine artificiale. La penisola è un interessante esempio di Panchina tirreniana, ricoperta da una rigogliosa vegetazione a macchia mediterranea e dalla flora tipica delle zone umide salmastre.

Anatre, aironi, garzette, martin pescatore e diverse varietà di gabbiani, tra cui il raro gabbiano corso, trovano riparo nella laguna di Nora. Nelle sue acque vivono spigole, anguille, saraghi, orate e muggini.

Nella laguna di Nora si pratica la pesca con sistemi tradizionali, nel rispetto del ciclo naturale dell'ecosistema. È un'attività economica sostenibile, che non impoverisce le risorse e contribuisce a salvaguardare l'ambiente.

Ma cos'è una laguna?

La laguna è un ambiente acquatico di "transizione", dove si uniscono le acque dolci di fiumi e torrenti e quelle salate del mare. È un ecosistema particolarmente importante per la biodiversità perché è popolato da una moltitudine di esseri viventi vegetali e animali.

Il suo equilibrio ecologico è molto fragile, per questo richiede di essere vissuta con attenzione e rispetto.


Centro di educazione ambientale Laguna di Nora, Pula - Tel. 070.9209544 - Credits