Un′esperienza di turismo eco-compatibile

Alessandra, collaboratrice del nostro Centro, racconta la sua esperienza di biologa marina in Egitto, nell′ambito del progetto "La cultura dell′ambiente" che promuove pratiche di turismo sostenibile.

La baia di Lahami, nel Mar Rosso

Esiste in Egitto, a qualche centinaio di km dal confine sudanese, un luogo chiamato Berenice, ed è qui che la mia seconda esperienza in Mar Rosso ha inizio.

Berenice sorge presso la baia di Lahami, luogo ideale per gli amanti del mare, dei suoi fondali e del deserto, un′oasi di pace, lontano dalla mondanità, per chi è alla ricerca del contatto con la natura e desidera scoprire l′entroterra ancora poco conosciuto dal grande turismo, lontano dai rumori della ridente cittadina di Marsa Alam e ancor di più dalla oramai europea e chiassosa Sharm El Sheik, da alcuni ribattezzata la Rimini egiziana.

Berenice, si prepara il tè nella spiaggia

A Berenice non incontrerete né discopub, né boutique di alcun genere, ma solo i villaggi di pescatori e accampamenti beduini. Siamo infatti vicini a El Shalatin, l′ultima città egiziana prima del Sudan, importante perché qui si tiene il mercato di dromedari più grande di tutto il Nord Africa, dove si incontrano uomini di culture e stati diversi, mercanti di spezie e di tessuti preziosi.

A Berenice ho lavorato per il Tclub, un resort che pratica un turismo sostenibile, una nuova formula per nuovi turisti che amano viaggiare entrando nello "spirito del luogo" e accettare a pieno la realtà che li sta ospitando. La formula del Tclub è dedicata a coloro che viaggiano per crescere, confrontarsi, nel rispetto dell′ambiente, delle culture e delle tradizioni locali.

Il mio compito presso Il Tclub Berenice è stato quello di accompagnare ospiti ecoconsapevoli alla scoperta del mondo sommerso, non solo per insegnare i nomi dei pesci e degli straordinari coralli colorati e intatti, ma soprattutto con lo scopo di educare e sensibilizzare al fragile ambiente ospitante. In questo tratto del Mar Rosso egiziano è presente la barriera corallina più bella, più colorata, meglio conservata e protetta di tutto lo stato egiziano.

Berenice, lo snorkeling nella barriera corallina

Il resort fa parte del progetto "La cultura dell′ambiente" ideato da Punto 3, una società di consulenza nata a Ferrara nel 2003 che crea e realizza progetti per lo sviluppo sostenibile, e promosso da LifeGate, un grande progetto che si fonda su principi etici e promuove i valori della qualità della vita nel rispetto dell′ambiente e dell′uomo.

Il progetto "La cultura dell′ambiente" promuove attivamente il turismo sostenibile nelle strutture TClub, inserite in ecosistemi particolarmente fragili e sensibili dal punto di vista naturalistico, che è necessario tutelare e salvaguardare.

Berenice, la barriera corallina

La struttura dei TClub è costruita e arredata con materiali ecocompatibili, gli ospiti sono invitati a rispettare l′ambiente che li circonda, a evitare gli sprechi d′acqua e il dispendio energetico, a partecipare alle attività di educazione ambientale condotte da esperti (veri!). Come biologa marina accompagno gli ospiti a esplorare e conoscere la meravigliosa barriera corallina, poi c′è il naturalista per le passeggiate nel deserto o l′antropologo per conoscere meglio le culture e tradizioni beduine egiziane. La sera non mancheranno delle vere e proprie conferenze di biologia marina o di antropologia o di astronomia... insomma serate a tema per accogliere, sensibilizzare e far crescere un nuovo tipo di turista, quello ecosostenibile!

Alessandra Sulis

 


Centro di educazione ambientale Laguna di Nora, Pula - Tel. 070.9209544 - Credits