Il giardino sostenibile

La sostenibilità del verde contribuisce a migliorare l′ambiente e risparmiare risorse preziose. Ma come rendere sostenibile il proprio giardino?

È questo il tema sviluppato nel Corso di giardinaggio sostenibile proposto nel percorso progettuale "La città che vorrei".

Per tre giornate, cittadini e esperti del verde si sono confrontati sui modi per creare e rendere più sostenibili e belli i giardini privati di Pula.

Il Corso di giardinaggio sostenibile

Il corso è iniziato con l′analisi dei questionari distribuiti fra le famiglie degli studenti che hanno partecipato ai laboratori didattici "La città che vorrei". I dati raccolti dai questionari hanno confermato che buona parte dei giardini di Pula sono curati con criteri di sostenibilità:

  • il 61% degli intervistati usa solo concimi naturali
  • il 56% preferisce i rimedi naturali contro i parassiti delle piante
  • il 43% smaltisce i residui del giardinaggio nell′ecocentro, mentre ben il 41% li riutilizza per il compostaggio.

A partire da queste buone pratiche, vivaisti e corsisti hanno portato la propria esperienza e riflettuto sulla scelta della sostenibilità come assunzione di responsabilità da parte di ciascuno nei confronti dell′ambiente.

I corsisti visitano il vivaio

Quattro passi nel giardino sostenibile

Con l′ausilio del Dottor Gigi Gelli della Green s.r.l., i vivaisti della Azienda ortofloricola di Ernesto Fa e della Flor 90 di Mariano Loi e i tecnici della Tecnogreen di Sandro Deidda i corsisti hanno approfondito in particolare quattro temi:

  1. Difendere la biodiversità: le piante autoctone ad uso ornamentale
  2. Fertilizzare il terreno con gli avanzi della cucina: il compostaggio
  3. Proteggere le piante senza usare pesticidi: gli insetti amici
  4. Risparmiare l′acqua per irrigare il giardino: scopriamo come

Al vivaio Fa

I partecipanti hanno completato il corso con esercitazioni pratiche nei vivai di Flor 90 e di Ernesto Fa dove, con la guida degli esperti, hanno affinato le loro conoscenze anche su come rinvasare correttamente le piante, trapiantarle, preparare i letti di semina, realizzare un prato sostenibile.

Esercitazione nel vivaio

I giardini di Pula

La comunità pulese ha una lunga tradizione nella cura dei giardini privati di cui è giustamente orgogliosa. La manifestazione "Giardini aperti 1° edizione", che si svolgerà il 25 settembre a Pula con il contributo dei partecipanti al Corso di giardinaggio, è il doveroso omaggio a questa tradizione.

Al vivaio

I cittadini apriranno i loro giardini ai visitatori e li accompagneranno alla scoperta del verde privato a Pula, un arcipelago di forme, colori, profumi.

Nel vivaio

Cittadini responsabili

Durante le tre giornate, i corsisti hanno dedicato uno spazio di riflessione anche alla possibilità di partecipare e orientare le scelte dell′Amministrazione sul verde urbano. Le loro considerazioni sono confluite nella Carta dei diritti e dei doveri sul verde pubblico, a integrare il lavoro svolto da ragazzi e ragazze nei laboratori didattici.

 


Centro di educazione ambientale Laguna di Nora, Pula - Tel. 070.9209544 - Credits