I Cetacei

Gli interventi

Gli interventi compiuti sui Cetacei dal Centro di recupero nei suoi 15 anni di attività sono soprattutto legati a spiaggiamenti per disorientamento e per patologie di natura virale, alla presenza d'inquinanti, a lesioni alle pinne o al corpo inferte da natanti o da attrezzi da pesca.

Per gli animali in difficoltà, di piccole e grandi dimensioni

Ogni intervento è calibrato sulla specie dell'animale, le sue condizioni e su quelle dell'ambiente. Nei casi complessi, che riguardano soprattutto Cetacei di grandi dimensioni, è particolarmente importante il coordinamento con i Corpi istituzionali per scongiurare problemi alla salute pubblica, o evitare che la curiosità del pubblico rechi disturbo all'animale.

Gli interventi in mare si effettuano con l'ausilio dei Corpi di vigilanza a mare e con i gruppi di protezione civile. Se le condizioni del Cetaceo non consentono un rapido reinserimento in mare aperto si dispone l'ospedalizzazione presso il Centro Recupero di Nora, ma gli esemplari ospitalizzabili sono rari, in Sardegna come in tutto il Mediterraneo.

All'attività di salvataggio si accompagna una precisa raccolta di dati che vengono comunicati a Università e Centri di ricerca.

Per ogni esemplare segnalato viene compilata una scheda che ne riporta dati biometrici, luogo e modalità del ritrovamento, lesioni riscontrate. Si procede anche a prelievi di tessuti o espianto di organi per gli animali morti, secondo protocolli prestabiliti, in loco o nelle sedi degli Istituti Zooprofilattici.

Il Centro, inoltre, si coordina con le Autorità municipali per lo smaltimento della carcassa.

Cosa fare per aiutare un Cetaceo spiaggiato?

Innanzitutto bisogna avvertire subito la Capitaneria di porto più vicina o la Guardia Costiera, richiedendo che la segnalazione venga inoltrata al più presto al Centro recupero più vicino.

Un Cetaceo spiaggiato è in forte stato di stress e spesso è proprio questo ad ucciderlo. È stremato, spaventato, soprattutto per l'allontanamento dai suoi compagni, disidratato e arso dal sole e dal vento, sbattuto dalle onde e con occhi, bocca e sfiatatoio pieni di sabbia.

In attesa dei soccorsi potete aiutare il Cetaceo in questo modo:

  • tenete la gente lontana
  • spostatevi con movimenti lenti e senza fare troppo rumore
  • non tentate di trascinarlo in acqua profonda perché annegherebbe
  • tenete l'animale in acqua bassa e tranquilla, appoggiato al fondo sabbioso, con lo sfiatatoio fuori dall'acqua per consentirgli di respirare senza fatica
  • copritelo con asciugamani bagnati di colore chiaro, lasciando scoperta la pinna dorsale e lo sfiatatoio
  • se è possibile costruite un riparo per proteggere l'animale dal sole e dal vento o, comunque, fate in modo che la coda e le pinne siano mantenute umide e fresche e la pelle non si asciughi
  • fate attenzione agli occhi, lavateli delicatamente per eliminare i residui di sabbia.

 


Centro di educazione ambientale Laguna di Nora, Pula - Tel. 070.9209544 - Credits